Biglietto:ingresso libero

Le danze di Billy e Dijana

Auditorium 8 novembre 2010, ore 21,00

Testo e regia di Daniele Lamuraglia
con: Dijana Pavlovic e Diego Conti
produzione di Teatro del Legame e Uprè Roma
coreografie: Donatella Cantagallo, Gabriele Palloni, Enzo Pardeo
scene: Mirco Rocchi con il contributo della Nuova Accademia dei Belle Arti di Milano
costumi: Loredana Riccetti
disegno luci: Francesco Bianchi
figurante: Corrado Meloni

Questa è la storia di Billy, un ragazzo Rom che da bambino ballava la musica popolare davanti al container del suo campo nomadi e che è riuscito ad arrivare a danzare la musica classica sui palcoscenici di grandi teatri.
Nel testo teatrale, il giorno della Prima a due ore dal suo debutto ne "Lo Schiaccianoci" di Tchaikovsky, la sorella Dijana giunge imprevedibilmente a trovare Billy e gli racconta dei suoi sogni di fare l’attrice e la cantante, in un incontro-scontro segnato dall'incrociarsi di odio e amore, dall'esplodere di rivendicazioni sottaciute, gridate, infrante, improvvisamente seguite da teneri afflati d'amore. In questo ritrovarsi e perdersi tra fratello e sorella emergono i temi della perenne diversità di essere Rom - zingari nello spirito e nella quotidianità -, dell'arcaica tensione del legame di sangue, della separatezza di aspettative e doveri fra uomo e donna nei codici della propria comunità, del possibile e conflittuale sogno di realizzarsi in una sempre nuova, e spesso più cinica, società. Ma appare anche quell'antica risorsa dell'Arte che fin dal suo sorgere in una regione dell'India, ha rappresentato per il popolo Rom una delle vie di salvezza e di comunicazione col mondo.