Giovanni Columbu

Appunti e disegni per SU RE
Spazio Aperto San Fedele giovedì 26 marzo, ore 18.00

Giovanni Columbu presenta a San Fedele una serie di schizzi, di appunti visivi realizzati durante la preparazione del suo film Su Re. Si tratta per la maggior parte di disegni di piccole dimensioni, realizzati ad acrilico, in bianco e nero. È stata questa un’occasione per l’autore di riavvicinarsi alla pittura, sua prima passione, e per approfondire alcuni temi del Vangelo. Con mano veloce ed energica, Columbu realizza disegni intensamente espressivi, densi di pathos, consegnandoci drammi pienamente umani.

Con un linguaggio «antisacrale» ci immerge infatti in una realtà quotidiana, come se l’evento della croce potesse ripetersi oggi, sempre, al cuore della storia. Stretto è per l’autore il rapporto tra cinema e pittura. Come scrive il regista: «Nella realizzazione di questi bozzetti mi sono ritrovato in certi casi a stropicciare i fogli prima di dipingerli e a non ostacolare il generarsi di macchie di colore, affinché anche la carta e il colore, con le loro proprie leggi fisiche, potessero concorrere all’espressione. L’analogia con l’uso che nel film ho fatto della macchina da presa, sta nell’averla sempre impugnata a mano, per accogliere anche i tremiti del respiro dell’operatore o le turbative dell’ambiente come fattori concorrenti all’espressione.

Forse c’è un’analogia anche col rapporto che nel film ho stabilito con gli interpreti, con i quali mi sono sempre adoperato affinché fossero il più possibile preparati e al tempo stesso mantenessero viva una certa impreparazione. Questo per evitare ogni eccessivo controllo della recitazione e per favorire l’affiorare il più possibile spontaneo e non consapevole dei sentimenti degli interpreti». E continua: «Spero che questa ricerca possa concorrere a richiamare le relazioni tra la pittura e il cinema, in particolare con quel cinema in cui ogni singolo fotogramma o ogni singola scena - non solo la concatenazione dei fatti – può assumere un’autonomia di significato e un proprio interesse estetico. In virtù di questa relazione dovrebbe porsi anche nel nostro paese la legittimità di una “scrittura” per il cinema che non sia solo la sceneggiatura».

Quella di Columbu è dunque una mostra di notevole forza espressiva. È quella stessa intensità che percepiamo in tante scene del film, ben al di fuori di tante rappresentazioni sacre contemporanee patinate, edulcorate e prive di profondità.


fino al 18 aprile 2015
mart/sab 16,00 – 19,00 (al mattino su appuntamento, chiuso festivi e dal 3 al 6 aprile)

Su Re
Regia di Giovanni Columbu