Bando di concorso, edizione 2017

  

Ente Promotore

Fondazione Culturale San Fedele, piazza San Fedele, 4 – 20121 Milano.

 

Durata e luogo

Il concorso avrà durata annuale e avrà inizio il mese di gennaio di ogni anno. Si svolgerà presso la Galleria della Fondazione Culturale San Fedele.

 

Candidati

Potranno partecipare al concorso i giovani artisti italiani e stranieri nati dopo il 1° gennaio 1982. In base alla finalità formativa della rassegna e all'eclettismo che caratterizza le tendenze artistiche più attuali, potranno concorrere artisti operanti in ogni campo delle arti visive (pittura, scultura, fotografia, video, net art). Ai fini del concorso, gli artisti la cui attività si svolge nel campo della performance o dell’installazione, potranno presentare le proprie opere solo attraverso documentazione fotografica o video, unitamente ad una dettagliata scheda esplicativa.

 

Modalità di iscrizione

Il modulo di iscrizione sarà disponibile a partire da settembre 2016 sul sito www.centrosanfedele.net insieme al tema del Premio. I candidati dovranno far pervenire il modulo di iscrizione, debitamente compilato e sottoscritto, presso la segreteria del Premio (Premio giovani artisti - Piazza San Fedele 4 - 20121 Milano), con consegna a mano o tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, entro e non oltre il 15 novembre 2016. Unitamente al modulo dovrà essere presentato:

 

  • un book dei lavori, anche su CD o DVD
  • un curriculum vitae
  • la copia di un documento d’identità
  • una breve presentazione del proprio lavoro

 

Nota bene: il materiale consegnato all’atto dell’iscrizione non verrà restituito. In caso di selezione, il materiale potrà essere utilizzato, a discrezione del Direttore, per pubblicazioni cartacee o sul sito web del Premio Arti Visive San Fedele.

La selezione sarà operata dal Direttore, coadiuvato da un gruppo di giovani curatori/tutors di sua nomina. La selezione avverrà sulla base del materiale pervenuto al momento dell’iscrizione.  

 

Svolgimento del concorso e regolamento

Nelle due settimane successive alla scadenza del bando, il direttore della Galleria San Fedele, coadiuvato da un gruppo di giovani curatori/tutors di sua nomina, sceglierà su invito o su selezione una decina di candidati. A fine novembre verranno quindi resi pubblici i nominativi dei partecipanti.

 

Corso residenziale

I candidati selezionati in questa prima fase dovranno partecipare a due fasi residenziali. Il luogo sarà Milano, presso la sede della Fondazione Culturale San Fedele.

 

Fase 1. La prima fase sarà dal 12 al 15 gennaio 2017. Gli artisti dovranno partecipare a una presentazione al pubblico del proprio lavoro presso la Galleria San Fedele (vedi paragrafo “presentazioni”) e a una serie di incontri formativi tenuti da specialisti aventi la finalità di studiare il tema proposto dal concorso. Per favorire questi momenti saranno presenti alcuni esperti o uno o più artisti.

I giovani artisti iscritti all’anno 2016/2017, si avvarranno, nella realizzazione dell’opera che sarà presentata per il concorso, della collaborazione dei curatori/tutors.

Ai curatori sarà data la possibilità di approfondire aspetti del tema prescelto per il concorso, nonché alcuni criteri per affrontare problematiche legate alla curatela di una mostra.

 

Incontri di presentazione

Gli incontri di presentazione si svolgeranno presso la Galleria San Fedele e saranno moderati dal Direttore del Premio e da un “visiting professor” scelto di volta in volta dal Direttore. Gli artisti avranno a disposizione un video proiettore collegato ad un lettore dvd o un computer, un impianto audio. Non saranno ammessi altri strumenti oltre a quelli messi a disposizione dalla Galleria San Fedele.

 
Nota bene: nel caso della rinuncia di un candidato il Direttore su segnalazione dei curatori avrà facoltà di sostituirlo a sua discrezione.

 

Fase 2. La seconda fase è prevista dal 11 al 12 marzo, dalle ore 14,30 di sabato 11, alle ore 13,00 di domenica 12.

Completato il corso residenziale, gli artisti dovranno creare un’opera originale sulla base del tema del Bando e partecipare con tale lavoro alla mostra collettiva che si terrà entro il mese di luglio (o in autunno), presso la Galleria San Fedele (vedi paragrafo “Mostra-concorso”).

La realizzazione dell’opera sarà preceduta dalla visione del progetto, alla presenza dei curatori e/o di un esperto in grado di aiutare l’artista a prendere consapevolezza dei vari aspetti presenti nella sua opera.

 

Essendo un concorso residenziale, entrambe le due fasi sono obbligatorie. L’assenza di partecipazione (anche parziale) a uno dei due momenti comporterà l’esclusione dal Premio.

 

L’organizzazione, di caso in caso, aiuterà le persone residenti fuori provincia di Milano, per viaggio e soggiorno.

 

Mostra-concorso

Una Mostra-concorso si terrà in autunno e avrà la durata di un mese circa. Ogni artista avente diritto dovrà consegnare un’opera inedita svolta sul tema dell’anno, entro e non oltre i termini che verranno decisi dalla direzione del concorso. Le dimensioni massime dell’opera e la sua eventuale durata (nel caso si tratti di video o di performance) saranno comunicate agli artisti. Gli artisti prescelti alla mostra saranno selezionati dai curatori, nella quale sarà inoltre presente il vincitore del Premio Paolo Rigamonti, anche se il Direttore si riserva il diritto di valutare o meno l’esclusione di una o più opere. La Galleria San Fedele pubblicherà un catalogo della mostra-concorso comprensivo delle immagini dei lavori esposti, di un breve curriculum vitae degli artisti, dei testi del Direttore e dei curatori, oltre che degli altri interventi.

 

La giuria della mostra

La giuria sarà composta da undici membri di cui uno sarà il Direttore, oltre che dal voto unico del gruppo di curatori/tutors nominati dal Direttore. Gli altri membri comprenderanno critici, collezionisti, artisti o giornalisti, nominati dal Direttore. Ogni giurato avrà a disposizione tre voti, rispettivamente del valore di 3, 2 e 1 punto, che dovrà assegnare a tre opere differenti. La votazione sarà segreta. Perché il premio venga assegnato, l’opera vincitrice dovrà raggiungere non meno di 11 punti. Nel caso di ex aequo si procederà a una nuova votazione in cui voteranno, con un voto ciascuno, il direttore, e i giovani curatori/tutors. Ciascun giurato potrà esprimere in questo caso la propria preferenza su una sola opera. Perché il premio venga assegnato, l’opera dovrà raggiungere non meno di quattro preferenze. Nel caso di un ulteriore ex aequo il vincitore sarà scelto dal Direttore.

 

La Fondazione San Fedele potrà utilizzare le immagini dei lavori presentati al Concorso per la diffusione dell’iniziativa e per le diverse attività connesse alla Fondazione Culturale.

 

Il Premio

Il Premio consisterà di una statua (cm 30X12) fusa in bronzo dallo stampo donato da Mimmo Paladino per la premiazione degli artisti partecipanti alle rassegne curate dalla Fondazione Culturale San Fedele.

Al vincitore verrà altresì assegnata una mostra presso la Galleria San Fedele, con la possibilità di inserire opere degli altri due classificati e del giovane artista segnalato dai giovani curatori, oltre che dell’artista vincitore del Premio Paolo Rigamonti. Sono allo studio altre ipotesi di mostre fuori Milano.    

 

Spedizioni e Assicurazioni.

Le spese di spedizione del materiale e delle opere alla Galleria San Fedele saranno a carico dei candidati.

La Galleria San Fedele si preoccuperà con massima cura della tutela delle opere, ma non si assume alcuna responsabilità per il danneggiamento, lo smarrimento o il furto delle stesse.

Qualora l’artista decida di assicurare l’opera, le spese saranno a carico dell’artista stesso.

Le opere che non saranno esposte nella mostra-concorso dovranno essere ritirate a spese dell’artista entro un mese dall’inaugurazione della mostra stessa. Le opere che verranno esposte nella mostra-concorso dovranno invece essere ritirate entro e non oltre un mese dalla chiusura della mostra. In caso di mancato ritiro entro il termine stabilito la Galleria San Fedele declina ogni responsabilità.

 

Nota bene: le domande d’iscrizione al concorso implicano l’accettazione incondizionata del presente regolamento. La direzione del concorso avrà diritto di decisione finale su tutto quanto non specificato nel presente regolamento.