INNER_SPACES:
L'île Re-Sonante

Auditorium San Fedele 20-21 settembre  ore 21

Auditorium San Fedele
lunedì 20 / martedì 21 Settembre 2021

 

ore 21:00 Concerto

Éliane Radigue (1932) 

L'Île Re-Sonante  

David Monacchi (1970) 

Stati d’Acqua 

Fragments of Extinction

 

 

ACQUISTO BIGLIETTI ONLINE

Biglietteria Auditorium

lun-ven 10 / 15 - tel. 02 86352231

8€ intero / ridotto 6€ ridotto

 

Presentazione

Il concerto inaugurale propone per la prima volta in Italia con l’acusmonium un’opera di riferimento del repertorio elettronico, “L'Île Re-sonante” di Eliane Radigue, un ampio continuum di 55 minuti, di intensa stratificazione timbrica, un viaggio metaforico tra la vita e la morte.

Dopo un tempo di incertezza e di parziale interruzione, riprende INNER_SPACES in un formato rinnovato, non più programmato annualmente, ma procedente per fasi e periodi successivi, con serate e concerti che verranno annunciati volta per volta. Un percorso volutamente in costruzione progressiva, da intraprendere passo dopo passo, camminando lungo sentieri mutevoli, a volta sconosciuti e sorprendenti. Rimane tuttavia un punto di riferimento costante in questo percorso, mutuato dalla cifra stilistica di Éliane Radigue: il rivolgimento al suono come fenomeno acustico nello spazio e alla dimensione dell’ascolto come atto partecipe, immersivo ed esigente.

L'Île Re-sonante

Grande opera in un unico movimento, l’incipit è un'oscillazione graduale che pulsa attraverso il silenzio. I cicli delle onde si concentrano progressivamente per diventare un tutt'uno con l'ambiente. Colpisce la sezione di incroci in loop di voci femminili illusorie che costituiscono uno dei momenti più memorabili dell'opera di Radigue, forse anche nella storia del minimalismo in generale. L'armonia di base del drone matriciale, giunge a un solare accordo bruckneriano, poi si sposta su un'altra immagine sfocata, e l'ARP (sintetizzatore) di Radigue ritorna in modo dominante, proiettando i relitti sonori nel luogo dove si incontrano luce e oscurità. Un viaggio nel cuore del suono. In sintesi: da droni sonori a suoni granulari finissimi, si crea un'atmosfera di semi-coscienza, che sospende tutti gli spunti acustici, confinandosi in uno stato di "sognare ad occhi aperti".

 

Fragments of Extinctions

Durante un progetto pilota del 2002 nell'Amazzonia brasiliana condotto in collaborazione con Greenpeace, Monacchi ha registrato i suoi primi "ritratti sonori" ad alta definizione di un ecosistema tropicale intatto. Seguirono altre missioni in Borneo, Africa ed Ecuador. Con queste registrazioni uniche delle foreste primarie ha composto opere di field recording eccezionali, ed eco-acustiche, opere create per esaltare i suoni originali dei paesaggi intervenendo artificialmente nello spettro sonoro.

Fragments of Extinction è un progetto interdisciplinare con una determinata spinta ambientalista, che integra l'indagine scientifica e i modi in cui le loro caratteristiche estetiche dei paesaggi sonori possono essere esplorate, interagite e presentate al pubblico.

 

posti totali disponibili per i concerti nell'Auditorium San Fedele, seguendo i criteri di sicurezza e di distanziamento, saranno 150. Per questo motivo, abbiamo previsto due serate, il 21 e 22 settembre, con lo stesso programma, per facilitare la possibilità di assistere al concerto.