LUN 14 Gennaio CIN'ACUSMONIUM

Nostalghia di A.Tarkovskij
Auditorium San Fedele, Via Hoepli 3a  ore 20
testo/musica
Proiezione acusmatica di
Nostaglhia (1983) di A. Tarkovskij

presenta Roberto Diodato
proiezione acusmatica a cura di Giovanni Cospito e Dante Tanzi.

(Prevendita dei biglietti per le proiezioni unicamente in Auditorium, tel. 02 86352231)

   Campione indiscusso del cinema della crisi, Tarkovskij ha firmato (insieme a Tonino Guerra, cosceneggiatore) un altro film difficile ma suggestivo e fondamentale per le bellezze figurative, la splendida fotografia di Giuseppe Lanci, le intense interpretazioni di Oleg Jankovskij e di Erland Josephson.
   Il film è di una solenne gravità, e traduce in immagini di forte lirismo, puntando sui temi dell’acqua e del fuoco, un ampio spettro di motivi morali e spirituali, siano quelli della incomunicabilità e del trovarsi fra esseri diversi, quelli del materializzarsi dei ricordi o quelli antichi dell’identità fra poeti e malati mentali, profeti di salute oltre ogni confine. Siamo nel misticismo di puro segno slavo con una magistrale sapienza compositiva.
   A quanto c’è di malato nella parola «nostalgia» corrispondono immagini imbevute di luce smorta, caligini senza tempo, stagni e foschie. Nostalghia è un film rituale, con un sovrappiù di declamatorio. Dove nessuno è felice, salvo una bimba innocente, ma il sogno sovrasta e l’utopia ci purifica. Due ore e dieci di poesia (Giovanni Grazzini).
.